• 1xx.jpg
  • 2x.jpg
  • 03.jpg
  • 011.jpg
  • 22.jpg
  • 24.jpg
  • xx.jpg
  • xx2.jpg
Sei qui: HomeChi sonoProgettiLegami... questioni di accento

Legami... questioni di accento

FaceBook  Twitter  
Valutazione attuale:  / 43
ScarsoOttimo 

Una intensa ricerca nella sfera erotica e ieratica nel femminino. Due culture che si uniscono per celebrare la sacralità e il diritto al piacere.

 

Le corde avviluppano i corpi voluttuosi tessendo trame decorative, annodando, come conferme di un ricercato desiderio di eros, promesse e bisogni di legami, di piacere e di sentire oltre il sacro.

La Dea Madre mediterranea  incontra l’arte della legatura  giapponese, lo Shibari, dapprima antica tecnica contenitiva di prigionia, diventa nel tempo un gioco di seduzione.

Il tema predominante è la donna in quanto femmina, con tutti i suoi tabu, le sue rinunce, le sue relegazioni, il suo dovere.
Le forme voluttuose di questi corpi senza testa, sono considerate nel valore oggettivo in quanto brocche, vasi, contenitori di vita, gestanti di novità materiali e mai emotive, personali, sentimentali allo stregua delle figure di Dea Madre che vogliono rappresentare unicamente l’aspetto sacro dato dalla fertilità, dalla procreazione, dal potere insito nell’anatomia femminile capace di generare e nutrire altra vita.

Dov’è l’Eros nel dovere atavico attribuito al corpo femminile, dove sono i sentimenti, le emozioni, l’amore, i legami…?

Con l’antica arte della legatura giapponese dello Shibari, si aggiunge l’elemento che denota l’aspetto dell’eros, la devozione al suo uomo per pura volontà come atto di amore; una “schiavitù” scelta, consapevole, che sostiene il suo diritto al piacere, un legame saldo, una ponderata forma di appartenenza, una promessa indissolubile.

Collezione intera esposta per la prima vola a Cagliari, Settembre 2017, presso il Lazzaretto in Occasione del Festival della cultura Giapponese. Vedi articolo

In seguito al May Mask a Cagliari dal 16 al 24 Novmbre 2017. Clicca per leggere l'articolo e vedere la gallery dell'intera esposizione.

 

 

Galleria di immagini

Ultima modifica il Lunedì, 04 Dicembre 2017 19:21

Commenti (5)

500 caratteri rimanenti

Cancel or

  • maurizio
    Non m'intendo di fotografia, ma credo che sia una grande idea e una grandissima bella foto ! Brava Silvia! Siamo sempre i soliti Sardi, gelosi di qualsiasi cosa faccia un sardo...se l'avesse fatta un Milanese.....
    P.S. Anche un bel corpo..complimenti!
    Ciao
    Maurizio
    Cagliari
  • Vito
    Molto bella! Complimenti. Non capisco la censura.
  • Silvia
    @Carlo Pani Grazie infinite
  • Carlo Pani
    Lavoro interessante, fine e originale. Evoca qualcosa di magico, di arcano. Brava. La censura della foto da parte di fb, fa' sorridere, di questo passo, sono a rischio anche il Boticelli e Modigliani....
  • Maury
    Tutto è arte e tutti sono liberi di esprimerla

Cerca

Go to top